Nutrizionista

Feste esagerate e sensi di colpa? I nostri consigli su come affrontarli

By 12 Gennaio 2021 No Comments
I sensi di colpa per gli eccessi delle feste arrivano puntualmente per tutti noi.
E allora che fare? Come placarli? Attenzione!!!
Innanzitutto non cominciamo digiuni estremi punitivi; basterà semplicemente porre attenzione agli alimenti da portare in tavola, evitandone alcuni e privilegiandone altri.

1. Dal lunedì al venerdì mangiamo meno.

So che può non sembrare facile, ma possiamo cercare di alzarci da tavola non completamente sazi. In questi giorni il nostro stomaco si è abituato a ricevere quantità maggiori di cibo, quindi piano piano dobbiamo riabituarlo a ridimensionarsi.

Proviamo a tenere tre pasti principali e due piccoli spuntini che ci aiutino ad arrivare al pasto successivo senza troppa fame. La parola d’ordine dovrà essere “idratazione”, perciò seguiamo un’alimentazione ricca di liquidi (in modo che sia saziante) e diluisca le calorie.
Come fare?
Preferiamo la minestra al piatto di pasta. Questo perché se prepariamo una minestra mangeremo circa 40 gr di pasta per brodo al posto degli 80 gr di pasta al pomodoro, ma non ci sentiremo meno sazi.

2. Teniamo dolci e prelibatezze avanzate solo per il fine settimana.

Abbiamo tutti in dispensa almeno un panettone/pandoro avanzato, dolciumi e leccornie: non si butta via niente, ma iniziamo a diluire la frequenza con la quale li mangiamo.

Due pasti a settimana con un finale dolce sono più che sufficienti e preferibilmente meglio a pranzo.

Avere sempre voglia di dolci dopo le feste è normale, è l’effetto dell’insulina e del “calo di dopamina” nel circuito cerebrale della ricompensa. “Lo zucchero chiama zucchero”, per questo dopo aver abituato il corpo a grandi quantità di zuccheri li pretenderà tutti i giorni .
Consiglio di abbassarne gradualmente le quantità e di non comprarne di nuovi sino alla fine delle scorte. In generale proviamo per qualche tempo a smettere di comprare dolci per noi irresistibili perché se il dolce è troppo buono vince lui.
E la tanto amata frutta secca immancabile durante queste feste? 
Teniamola, ma non più di 20 gr al giorno. È lo spuntino ideale per spezzare la fame tra un pasto e l’altro.

3. Mangiamo piatti molto semplici con pochi grassi e zuccheri.

Durante la settimana preferiamo piatti semplici, poco conditi e ricchi di verdure (preferendo quelle amare), cereali integrali, legumi, carne e pesce magri.
Via libera a minestre, minestroni e passati gustosi che riempiono e saziano. Ottimi anche gli abbinamenti di legumi e cereali come la pasta e ceci o la pasta e fagioli, sia secca che con un minimo di brodo. Consumiamo non meno di 100 gr di verdure a pasto, crude o cotte, preferendo le verdure amare come carciofi, cardi, cavolo nero, cicoria e radicchio. Proviamo anche piatti unici come un cous cous integrale con zucchine, carote e spezzatino di pollo condito con un po’ di menta. Insomma sbizzarriamoci con la fantasia!
 L’importante è entrare nell’ottica che non possa essere Natale tutti i giorni e che qualche sfizio è meglio concederselo giusto nel weekend.
Buona ripresa a tutti

Leave a Reply

Iscriviti alla newsletter

You have Successfully Subscribed!